Ciò che lascia perplessi è il coinvolgimento di numerosi responsabili del Comune. Nessuno dei quali sembra aver avuto alcun dubbio sulla legittimità di quanto si andava a deliberare oltre a cinque professionisti proponenti ed a tutti gli assessori (tra i quali c’erano professionisti vari oltre che almeno tre avvocati). 
La delibera contestata da numerosi consiglieri comunali e ripresa dall’ANAC.