Salute

TAGLIO VOLI LOW COST, DE FELICE: “IL TAR SEGNA UN GRANDE PUNTO
A FAVORE DEI CITTADINI E DEL TERRITORIO. ORA SERVONO NUOVE IDEE
PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE DELLA DIRETTRICE APPIA”
La leader di Marino 2030: “Andrà valutata meglio anche la presenza dell'aeroporto come potenziale di occupazione e centralità dei Castelli Romani”
_______________________________________________________________________________________
“La riduzione del 35% dei voli low cost su Ciampino disposta dal Tar è una vittoria per il territorio, per la sicurezza e per la salute pubblica dei cittadini residenti nell’ampia fascia urbana che lambisce le piste aeroportuali. Una battaglia che i cittadini insieme alle Amministrazioni comunali di Marino hanno condotto dal lontano 2006 che oggi segna decisamente un punto fermo dalla parte degli interessi delle comunità residenti. E’ importante al tempo stesso, tuttavia, che il depotenziamento dell’Aeroporto G.B. Pastine non diventi un boomerang che porti le nostre aree a un ulteriore isolamento. Con lo stesso vigore, infatti, la prossima Amministrazione comunale di Marino dovrà dimostrare alla Regione e al Governo l’importanza di valorizzare al meglio sotto il profilo ambientale e archeologico, quindi turistico come pure compatibilmente produttivo la direttrice Appia su cui ricade gran parte del territorio di Marino che si trova proprio al confine con Ciampino”.
Con queste parole Gabriella De Felice, candidata sindaca del comitato civico Marino 2030 commenta la sentenza con la quale la sezione terza del TAR del Lazio ha respinto i ricorsi presentati da Ryanair e Wizz Air, con due sentenze che, di fatto, sostengono le ragioni di chi chiedeva la riduzione dei voli.
“Siamo particolarmente lieti delle sentenze – prosegue – per il fatto che sia stata data decisa priorità al bene primario dei cittadini residenti: la salute. E’ altresì vero che l’aeroporto, infrastruttura addirittura poco valorizzata da questo punto di vista, è stato e può continuare ad essere anche per i Castelli Romani centro di opportunità in termini occupazionali, di sviluppo e grande porta da e per il mondo, aperta direttamente sul nostro territorio. Particolari da non sottovalutare e sui quali, assieme a tutte le altre tematiche già elencate – conclude De Felice – l’assemblea dei sindaci dei comuni aeroportuali dovrà tornare a riflettere con spirito positivo e proattivo anche nel confronto con le stesse autorità aeroportuali”.

Marino, 18 Marzo 2021

Pin It

Social Bookmark

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineLinkedinRSS FeedPinterest
Pin It