Informazioni

 

 

 

Il progetto Città di Marino – Una Pagina Da Scrivere affiancato da altri sette gruppi civici: Marino In Rosa, Marino Giovane, Per Marino Insieme, Quantico Marino, Benvenuto Presente, Movimento Civiltà Democratica e Idee Nuove per Marino hanno ufficialmente proposto Gabriella De Felice come candidata sindaca di Marino.

“La rinnovata idea di partecipazione diretta dei cittadini alla vita pubblica , la completezza e l’essenza modernizzatrice della proposta pre-programmatica da mettere al servizio dell’intera complessità sociale e territoriale della Città di Marino, nel centro storico come nelle comunità di Cava dei Selci, Santa Maria delle Mole, Frattocchie, Fontana Sala, Due Santi e Castelluccia, parti di un corpo amministrativo unitario e non periferico della vita del Comune” hanno dato modo di individuare nella figura dell’unica donna al momento in corsa per Palazzo Colonna, “la persona adatta a ricoprire la carica di prima cittadina nel comune dei Castelli Romani” si legge nel documento politico firmato dai coordinatori degli otto gruppi.
“Nella designazione sentita e convinta da parte di tutti i proponenti – scrivono ancora i primi sostenitori della De Felice - rimane insito il mandato di procedere nel cammino in un campo largo di identità civiche e politiche (moderate, liberali, popolari e riformiste) già individuato che resti comunque aperto all'ascolto delle migliori istanze presenti nel tessuto sociale, culturale e politico cittadino”.
“Tutto ciò con la volontà chiara e il comune entusiasmo di portare a compimento il percorso civico-politico da tempo avviato, fondato su un nuovo patto tra generazioni di cittadine e cittadini, donne, uomini, anziani e giovani, imprenditori e lavoratori, liberi professionisti e volontari animati tutti dalla medesima buona volontà da mettere al servizio della Città di Marino in termini di proposta e impegno”.

Avvocata, 49 anni, di famiglia marinese, sposata e madre di due figli, Gabriella De Felice aveva così sintetizzato in una recentissima intervista il senso del proprio impegno pubblico: ”Lo colloco in ogni via, in ogni quartiere, in ogni isolato del territorio comunale di Marino. E’ un progetto, per così dire, a porte aperte”.
”Ciò sarà possibile – proseguiva - dal confronto diretto e dalla conoscenza dei volti, delle storie, delle aspettative dei cittadini che sono poi i volti, le storie e le aspettative che fra sei mesi daranno linfa alla nuova Amministrazione comunale ”.
“Tutto ciò all’origine di un rinnovamento culturale e identitario di valori e buone tradizioni. Parliamo di azioni, fatti che dovranno essere riscontrabili. Il tempo dei libri dei sogni del resto, soprattutto in politica, è finito da almeno dieci anni”.

Marino, 13 Dicembre 2020

Pin It

Social Bookmark

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineLinkedinRSS FeedPinterest
Pin It