Ambiente e Territorio

             

                                                                                                

Ciampino, 10 giugno 2020 – "Ieri, a seguito di una segnalazione relativa ad una fuoriuscita di gas dal sottosuolo in Via Ventotene, attraverso il nostro Comando di Polizia Locale, abbiamo attivato l'intervento dei Vigili del Fuoco, dell'INGV e della Croce Rossa sul posto per valutare la situazione".


"Dopo il sopralluogo e gli accertamenti effettuati, sono emerse delle esalazioni di idrogeno solforato causate da uno scavo in prossimità di un pozzo artesiano, e facendo seguito ad un fonogramma dei Vigili del Fuoco ho proceduto all'emissione di un'Ordinanza di evacuazione urgente dei nuclei familiari a rischio".


"Attualmente la situazione è sotto controllo, grazie all'eccellente lavoro svolto in maniera encomiabile dal tardo pomeriggio di ieri fino alle 4 di questa mattina dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, dall'INGV che ha effettuato le misurazioni del sito, dalla Croce Rossa Italiana che ha garantito il proprio supporto e dalle nostre forze di Polizia Locale che hanno isolato l'area e provveduto all'evacuazione delle famiglie".


"Stamani riprenderanno i lavori di ripristino delle condizioni di messa sicurezza dell'area nel rispetto delle prescrizioni che verranno fornite direttamente dagli esperti dell'INGV.

Ringrazio tutti i corpi che sono intervenuti e gli Uffici del Comune di Ciampino per l'ottimo e tempestivo impegno messo in atto per gestire una situazione che allo stato attuale risulta essere, seppur assolutamente sotto controllo, molto seria.

La speranza è che l'intervento che stanno effettuando i Vigili del Fuoco possa rivelarsi risolutivo, in caso contrario serviranno interventi di natura strutturale che richiederanno altro tempo". - ha concluso il Primo Cittadino di Ciampino, Daniela Ballico, che nella tarda serata di ieri si è recato personalmente sul posto per essere aggiornato sulla situazione e per mettere a disposizione tutte le risorse necessarie per il ripristino delle condizioni di sicurezza della zona.

"LA STESSA COSA E' AVVENUTA CIRCA 30 ANNI FA! E' ASSURDO CHE NEL CORSO DI TANTI ANNI NON SIANO STATE ADOTTATE MISURE DI SALVAGUARDIA PER IMPEDIRE LA PERFORAZIONE DEL TERRENO IN QUELLA ZONA!" LO DICHIARA IL DOTT. GIOVANNI VENDITTI, A QUELL'EPOCA, SINDACO DI CIAMPINO CHE SI DOMANDA: MA I LAVORI EFFETTUATI NEI GIORNI SCORSI ERANO STATI AUTORIZZATI?  

Pin It

Social Bookmark

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineLinkedinRSS FeedPinterest
Pin It